badante malati alzheimer Bergamo

La Legge 104 e gli anziani non autosufficienti

La legge 104 e gli anziani non autosufficienti

Chi ha un familiare anziano non autosufficiente può usufruire di certe agevolazioni. Le agevolazioni variano a seconda che si tratti di un dipendente pubblico o privato ed in base al reddito, per poterlo assistere. AES si occupa di assistenza anziani a domicilio e può aiutarti nella cura di un familiare affetto da disabilità o comunque non autosufficiente.
I lavoratori statali, ad esempio, possono avere a certe condizioni un bonus mensile fino a poco più di 1.000 euro al mese. Quelli pubblici e privati hanno diritto ad un monte ore di permessi garantito dalla Legge 104 (con qualche recente novità per gli statali). Ma è anche possibile chiedere l’anticipo della pensione tramite l’Ape agevolata.

Cosa prevede la 104

In particolare la Legge 104 concede dei permessi di 3 giorni al mese coperti da contributi a chi deve assistere un familiare con handicap grave. Quindi, l’agevolazione vale anche a chi ha un familiare anziano in casa affetto da patologia invalidante e, pertanto, non autosufficiente. Questo è possibile quando:

  • la persona anziana abbia almeno 65 anni;
  • il lavoratore abiti insieme o molto vicino al familiare anziano;
  • il grado di parentela sia al massimo di terzo grado e non ci siano più parenti di primo o secondo grado dell’anziano da assistere.

Se il lavoratore presta servizio per un’azienda con più sedi, ha il diritto di scegliere l’ufficio o lo stabilimento più vicino al domicilio del familiare anziano da assistere.
Il datore di lavoro o l’Inps sono autorizzati a fare dei controlli sulla legittima fruizione dei permessi. Se si scopre che non ci sono le condizioni per usufruire di quest’agevolazione, i permessi verranno revocati.

Agevolazioni genitori non autosufficienti

Si tratta di agevolazioni necessarie per chi deve prendersi cura di un proprio caro e che consente di avere maggiore spazio per assistere ed occuparsi della propria famiglia. Un diritto fondamentale quello della famiglia, cosi come anche gli anziani hanno diritto a dignità, libertà e benessere psicofisico e dipendere dagli altri per alcune cure non deve significare la perdita di autonomia e del rispetto altrui.

Anche quando ci si trova a dover dipendere da altri, si ha diritto a fare le proprie scelte e a vedere rispettate le proprie volontà. Inoltre, nonostante a volte sono costretti ad affidarsi ad altri per cure e per svolgere attività quotidiane, le persone anziane hanno sempre il diritto di venire informate in maniera corretta e consapevole, per esempio sui trattamenti da intraprendere, sugli aiuti necessari e sulle sue condizioni di salute.

Ricordiamo che i nostri cari rappresentano il passato, ci appartengono da una vita e abbiamo il dovere morale di restituire loro tutto quello che ci hanno donato. Scopri tutti i servizi di badante a Bergamo.